Bandi e Finanziamenti

Finanziamenti per Start Up, Imprese e PMI nel 2024

24 Maggio 2024 SprintX

Guida ai finanziamenti, incentivi e prestiti per start up e imprese in Italia e a come ottenerli

Quali sono le opportunità di finanziamento per start up e start up innovative? Avviare e far crescere una startup è una sfida che richiede non solo idee innovative, ma anche risorse finanziarie. Spesso, gli startupper si trovano di fronte all’ostacolo di non avere fondi sufficienti per portare avanti i loro progetti: fortunatamente, il 2024 offre numerose opportunità di finanziamento per le startup, PMI e imprese appena avviate o in fase di lancio. Per i fondatori di startup desiderosi di dare vita e alle loro idee, esistono infatti molte agevolazioni e possibilità di accedere a finanziamenti e prestiti per start up offerti sia da enti pubblici che privati. In questo articolo, esploreremo i principali finanziamenti e incentivi per startup disponibili, cercando di aiutarti a trovare la soluzione più adatta alle tue esigenze.

close up sulle mani di due startupper che analizzano i dati per fare richiesta di finanziamenti per start up

Finanziamenti per start up

Avviare una startup è un’impresa emozionante ma, al contempo, mette alla prova la resistenza finanziaria degli imprenditori. Nonostante l’entusiasmo e la dedizione, la realtà è che molte startup richiedono una base di denaro spesso considerevole per il lancio e per lo sviluppo. Fortunatamente, i finanziamenti per start up non sono un miraggio.

Per chi si chiede come finanziare la propria startup, è bene sapere che oltre ai finanziamenti tradizionali per le imprese e ai prestiti da parte di banche e altri enti, esistono diverse possibilità specifiche per questo tipo di azienda: il Governo italiano, riconoscendo l’importanza delle nuove imprese per la nostra economia, ha infatti introdotto numerose misure di sostegno in favore dell’ecosistema startup. Queste vanno dai contributi a fondo perduto per startup, per aiutare le imprese a superare l’iniziale ostacolo finanziario, ai finanziamenti agevolati per le startup innovative, ai fondi pensati per specifiche categorie imprenditoriali, come i giovani e le donne.

I finanziamenti per start up in Italia sono quindi diversi, creando opportunità concrete per coloro che cercano un supporto nella realizzazione del proprio progetto iprenditoriale: vediamo insieme quali sono e come accedervi.

🚀 Hai un’idea di business ma ti trovi in difficoltà nel navigare tra i numerosi bandi e finanziamenti per startup disponibili in Italia, SprintX è qui per aiutarti. Il nostro incubatore offre un percorso di fundraising personalizzato che include analisi, preparazione, prospezione e negoziazione per garantire che la tua startup ottenga i finanziamenti necessari. Con l’assistenza di mentor esperti, ti guideremo nella definizione degli obiettivi di raccolta, nella creazione di un business plan efficace e nella presentazione agli investitori più adatti. Prenota ora una call con il team di SprintX e scopri come possiamo trasformare le tue idee in realtà.

Percorso di incubazione

Percorso Fundraising

SprintX mette a disposizione decine di professionisti per aiutarti a raccogliere i fondi per far decollare la tua startup. Scopri il nostro percorso personalizzato di fundraising per startup.

Finanziamenti start up giovani

Accedere ai finanziamenti quando si è giovani può rappresentare una sfida. Spesso, i giovani imprenditori non dispongono delle garanzie richieste dalle banche per assicurare un prestito, rendendo l’intero processo di finanziamento apparentemente proibitivo. Tuttavia, sono state create soluzioni per aiutare questa fascia di imprenditori, comprendendo l’importanza delle loro idee innovative e del loro potenziale.

Tra i principali finanziamenti per start up fondate da giovani, troviamo programmi come “Smart & Start” di Invitalia. Questa iniziativa permette ai giovani di accedere a prestiti start up senza garanzie, con una copertura garantita da Invitalia fino a 2,5 milioni di euro. Questo significa che se l’impresa non riuscisse a restituire l’importo, le somme sarebbero comunque coperte dal fondo, a condizione che il progetto venga approvato. Di conseguenza, è fondamentale che la presentazione del progetto sia curata nei minimi dettagli.

Un altro programma di rilievo è “Nuove imprese a tasso zero”, focalizzato sui giovani under 35. Come suggerisce il nome, il progetto offre finanziamenti a tasso zero alle start up selezionate tra gli ideatori appartenenti a questa fascia d’età.

Scopri anche il bando Estrazione dei Talenti della Regione Puglia.

Finanziamenti start up al femminile

Nel panorama imprenditoriale moderno, la parità di genere è un obiettivo sempre più centrale e per raggiungere questo obiettivo, sono state messe in campo diverse iniziative per incentivare e supportare le start up fondate da donne o a prevalenza femminile. L’imprenditoria femminile rappresenta un motore di innovazione e crescita, e per questo, le istituzioni e gli enti di finanziamento hanno riconosciuto la necessità di creare opportunità mirate.

Uno degli esempi più significativi tra i finanziamenti per l’imprenditoria femminile è il programma “Nuove imprese a tasso zero” di Invitalia, che, oltre a supportare i giovani imprenditori, ha un occhio di riguardo per le start up guidate da donne, fornendo loro condizioni di finanziamento particolarmente favorevoli.

Inoltre, esiste anche il “Fondo Impresa Femminile”, una risorsa specificatamente ideata per promuovere e sostenere le attività imprenditoriali al femminile. Questo fondo non solo garantisce risorse finanziarie, ma si pone come uno strumento per valorizzare e promuovere le competenze e le capacità delle donne nel settore imprenditoriale.

Finanziamenti start up innovative

Le start up innovative rappresentano una parte fondamentale del tessuto imprenditoriale italiano. Queste imprese, infatti, hanno il potere di trasformare idee rivoluzionarie in prodotti e servizi concreti, contribuendo in maniera significativa all’avanzamento della tecnologia. Per facilitare la nascita e la crescita di tali imprese, sono stati ideati mirati finanziamenti per startup innovative, che vanno ad aggiungersi alle specifiche agevolazioni fiscali per startup innovative destinate a chi vuole investire in questo tipo di impresa.

Un esempio emblematico di tale impegno è rappresentato dal programmaSmart & Start Italia. Questo programma mira a sostenere le startup innovative, fornendo loro risorse finanziarie e accompagnamento, per tradurre le idee in soluzioni concrete e competitive sul mercato. Il focus principale di Smart & Start Italia è proprio su quelle start up che, attraverso la tecnologia, intendono apportare un cambiamento significativo in vari settori, dal digitale alla medicina, dall’energia all’ambiente.

Con tali strumenti, si punta a creare un ecosistema favorevole in cui queste imprese possano prosperare e guidare il futuro tecnologico del Paese.

due startupper revisionano la domanda di partecipazione per richiedere un finanziamento per startup

I migliori prestiti e finanziamenti per startup nel 2024 in Italia

Passiamo ora alla scoperta dei principali finanziamenti per start up nel 2024 in Italia: di fronte all’emergente necessità di valorizzare le imprese tecnologiche italiane e di trattenere i giovani talenti nel paese, scongiurando la tentazione di cercare opportunità all’estero, lo Stato ha, come anticipato, predisposto una serie di finanziamenti, fondi e prestiti per favorire l’avvio e la crescita delle start up. Queste misure abbracciano un’ampia gamma di opportunità, che spaziano da finanziamenti a fondo perduto a prestiti a tasso zero.

Il MISE, consapevole delle sfide e delle diverse esigenze che caratterizzano il mondo delle start up, ha implementato misure specifiche, mirate a sostenere i vari tipi di start up: siano esse innovative, giovanili o femminili. E non è solo il settore pubblico ad offrire sostegno; una volta fondata la start up, è possibile rivolgersi a enti privati, come banche rinomate quali Unicredit o Impresa Sanpaolo per dei prestiti start up, o esplorare le potenzialità offerte dall’equity crowdfunding. In alternativa, vi sono numerosi bandi startup nazionali e regionali, molte volte gestiti da agenzie di primo piano come Invitalia, l’Agenzia nazionale di spicco nel panorama degli investimenti e dello sviluppo d’impresa. Tra le proposte di Invitalia spiccano iniziative come “Smart e Start”, e “On-Oltre Nuove Imprese a tasso zero”, pensate appositamente per dare slancio alle nuove imprese italiane.

Questo 2024, quindi, si presenta come un anno ricco di opportunità e risorse per chiunque desideri intraprendere la via dell’innovazione e dell’impresa in Italia ed è alla ricerca di finanziamenti per startup e startup innovative.

Vediamo insieme i principali fondi e finanziamenti per startup disponibili in Italia nel 2024.


🚀 Hai una startup e non sai come accedere ai finanziamenti disponibili? SprintX è qui per te! Offriamo un percorso di fundraising personalizzato che ti guiderà attraverso tutte le fasi, dall’analisi alla negoziazione, assicurandoti di ottenere i fondi necessari. Con il supporto dei nostri mentor esperti, creeremo insieme un business plan efficace e ti aiuteremo a trovare il finanziamento adatto alle tue esigenze. Prenota ora una call con il team di SprintX e realizza il potenziale della tua startup.

Percorso di incubazione

Percorso Fundraising

SprintX mette a disposizione decine di professionisti per aiutarti a raccogliere i fondi per far decollare la tua startup. Scopri il nostro percorso personalizzato di fundraising per startup.

Smart & Start Italia – Invitalia

Smart & Start Italia rappresenta uno dei finanziamenti start up più rilevanti promossi da Invitalia per supportare lo sviluppo delle startup innovative in Italia, con un focus particolare sulle tecnologie avanzate e sull’attrazione di talenti italiani dall’estero. Ecco i dettagli principali di questo programma di finanziamento:

  • Obiettivo: Sostenere la crescita di startup ad alto contenuto tecnologico e favorire il rientro di competenze italiane dall’estero.
  • A chi è rivolto: Startup innovative costituite da non oltre 60 mesi, iscritte nella sezione speciale del registro delle imprese.
  • Dotazione finanziaria: Stanziati circa 200 milioni di euro per il sostegno alle imprese emergenti.
  • Agevolazione: Finanziamenti variabili da 100.000 euro a 1,5 milioni di euro, a tasso zero, coprendo l’80% delle spese ammissibili, che può salire al 90% in presenza di determinati requisiti. Per le startup meridionali è previsto un contributo a fondo perduto del 30%.
  • Come presentare domanda: Attraverso la piattaforma online di Invitalia, accedendo con identità digitale e allegando business plan e documentazione necessaria.
  • Scadenza: Modalità a sportello con valutazione in base all’ordine di arrivo delle domande fino all’esaurimento dei fondi.

Per ulteriori informazioni e per avviare la procedura di domanda, è possibile consultare il sito ufficiale di Smart & Start Italia.

Neoimpresa – Impresa Sanpaolo

Neoimpresa è una soluzione finanziaria offerta da Impresa Sanpaolo per supportare la nascita e lo sviluppo di nuove realtà imprenditoriali. Si rivolge a chi è pronto a raccogliere la sfida di creare un’impresa, fornendo le risorse necessarie per investimenti iniziali e sviluppo del business.

  • Obiettivo: Fornire supporto finanziario per le spese di investimento materiali e immateriali delle nuove imprese.
  • A chi è rivolto: Neoimprese e imprese giovani (con meno di 24 mesi di vita), con particolare attenzione alle start-up innovative.
  • Dotazione finanziaria: Il finanziamento copre fino al 75% del piano di investimento, elevabile all’80% per le start-up innovative.
  • Agevolazione: Garanzia pubblica gratuita per le start-up innovative, importo finanziato cumulabile con contributi pubblici, scelta tra tasso fisso o variabile.
  • Come presentare domanda: Contattando direttamente Impresa Sanpaolo per ottenere informazioni sulle modalità di richiesta e i requisiti necessari.
  • Scadenza: Non specificata; dipende dalla disponibilità dei fondi e dalle condizioni vigenti al momento della richiesta.

Per maggiori dettagli su Neoimpresa e per valutare l’opportunità di finanziamento adatta alla tua impresa emergente, visita il sito ufficiale di Impresa Sanpaolo.

Convertibile Impresa – Impresa Sanpaolo

Convertibile Impresa è un finanziamento innovativo proposto da Impresa Sanpaolo, progettato per sostenere i progetti di sviluppo e innovazione delle startup. La particolarità di questo finanziamento per start up è la possibilità, per la banca, di convertire il credito in partecipazione al capitale della società.

  • Obiettivo: Supportare le startup innovative nei loro progetti di sviluppo, dall’acquisto di impianti e macchinari all’acquisizione di brevetti e marchi.
  • A chi è rivolto: Start-up innovative che necessitano di finanziamenti per l’avvio o lo sviluppo del proprio business.
  • Dotazione finanziaria: Fino a 500.000 euro, con la possibilità di coprire fino all’80% degli importi documentati (IVA esclusa).
  • Agevolazione: Possibilità per la banca di convertire il credito in partecipazione al capitale, piano di ammortamento personalizzabile, finanziamento cumulabile con interventi pubblici.
  • Come presentare domanda: Attraverso il processo di richiesta specificato da Impresa Sanpaolo, che include l’assistenza della Garanzia Diretta del Fondo di Garanzia L. 662/96.
  • Scadenza: Non specificata; dipende dalla disponibilità dei fondi e dalle condizioni vigenti al momento della richiesta.

Per approfondimenti su Convertibile Impresa e per scoprire come questo strumento può essere utilizzato per finanziare la tua startup innovativa, visita il sito ufficiale di Impresa Sanpaolo.

Fondo Nazionale Innovazione – Cassa Depositi e Prestiti

Il Fondo Nazionale Innovazione, gestito da Cassa Depositi e Prestiti, si pone come uno strumento strategico nel panorama del venture capital italiano, con l’intento di potenziare e sostenere lo sviluppo delle startup e delle PMI innovative attraverso investimenti che generino un alto valore aggiunto e un impatto positivo sull’economia.

  • Obiettivo: Ampliare l’accesso al venture capital per le imprese innovative, finanziando progetti privati che promuovano la ricerca e l’innovazione.
  • A chi è rivolto: Start-up, scale-up e PMI non quotate in mercati regolamentati, in fase di seed, start-up, avvio attività o scale-up.
  • Dotazione finanziaria: 400 milioni di euro destinati a supportare circa 250 medie e piccole imprese innovative.
  • Agevolazione: Investimenti diretti nel capitale sociale delle PMI o indiretti tramite partecipazione a fondi di venture capital che sostengono PMI innovative.
  • Come presentare domanda: Le informazioni dettagliate sulle modalità di accesso sono disponibili sul bando pubblicato sul sito ufficiale.
  • Scadenza: Le candidature sono generalmente soggette a specifici termini e condizioni che possono variare; si consiglia di verificare sul sito ufficiale per le date aggiornate.

Per ulteriori informazioni sul Fondo Nazionale Innovazione e per esplorare le possibilità di finanziamento per la tua impresa innovativa, consulta la pagina dedicata sul sito del Governo.

Fondo di Garanzia per le PMI

Il Fondo di Garanzia per le PMI è uno strumento cruciale messo a disposizione dal Ministero dello Sviluppo Economico (MISE) per sostenere le imprese, soprattutto quelle di piccole e medie dimensioni, nel loro accesso al credito. Attraverso una garanzia pubblica, il Fondo mira a facilitare l’ottenimento di finanziamenti da parte delle imprese che dispongono di limitate garanzie reali da offrire agli istituti di credito.

  • Obiettivo: Agevolare l’accesso al credito per PMI e professionisti, offrendo una garanzia pubblica che possa fungere da leva per ottenere finanziamenti.
  • A chi è rivolto: Microimprese, PMI, professionisti con partita IVA e small mid cap che riscontrano difficoltà nell’accedere a finanziamenti bancari.
  • Dotazione finanziaria: Importo massimo garantito per singola impresa pari a 5 milioni di euro.
  • Agevolazione: Copertura garantita fino all’80% per investimenti e dal 50% al 60% per esigenze di liquidità, a seconda del rating dell’impresa. Per le microimprese la garanzia è concessa gratuitamente.
  • Come presentare domanda: La richiesta deve essere inoltrata attraverso banche e intermediari finanziari convenzionati con il Fondo.
  • Scadenza: Le domande possono essere inoltrate fino all’esaurimento delle risorse.

Per approfondire i dettagli e accedere ai servizi offerti dal Fondo di Garanzia per le PMI, visita la pagina ufficiale sul sito del MISE.

Microcredito

Il Microcredito è uno strumento finanziario pensato per sostenere lavoratori autonomi e microimprese che non hanno facile accesso al credito tradizionale. Questa forma di finanziamento è particolarmente utile per chi desidera avviare o potenziare la propria attività imprenditoriale, ponendo enfasi sulla sostenibilità e l’efficacia del progetto.

  • Obiettivo: Supportare l’avvio e lo sviluppo di attività imprenditoriali o di lavoro autonomo, con un’attenzione specifica alla fattibilità e alla sostenibilità del progetto.
  • A chi è rivolto: Microimprese e lavoratori autonomi, inclusi coloro che sono titolari di partita IVA da non più di 5 anni, che operano nei settori individuati dalle disposizioni operative del Fondo.
  • Dotazione finanziaria: Importo massimo erogabile fino a 40.000 €, con possibilità di estensione in certi casi.
  • Agevolazione: Finanziamenti chirografari con garanzia pubblica del Fondo di Garanzia per le PMI che copre fino all’80% dell’importo finanziato, senza necessità di garanzie reali.
  • Come presentare domanda: Presso una banca convenzionata con l’Ente Nazionale per il Microcredito, supportati da un Tutor di Microcredito.
  • Scadenza: Le risorse sono disponibili fino ad esaurimento fondi.

Per ulteriori dettagli sul Microcredito e su come beneficiare di questa opportunità, è possibile consultare la il sito ufficiale.

Beni Strumentali (Nuova Sabatini)

La “Nuova Sabatini” è una misura agevolativa del Ministero delle Imprese e del Made in Italy che mira a sostenere le micro, piccole e medie imprese (PMI) nel loro processo di ammodernamento attraverso l’acquisto di nuovi beni strumentali.

  • Obiettivo: Facilitare l’accesso al credito per le PMI per incrementare la loro competitività tramite investimenti in macchinari, attrezzature, impianti e tecnologie digitali.
  • A chi è rivolto: Micro, piccole e medie imprese regolarmente costituite e iscritte nel Registro delle imprese o nel Registro delle imprese di pesca, che non siano in liquidazione volontaria o sottoposte a procedure concorsuali.
  • Dotazione finanziaria: Finanziamenti con importi compresi tra 20.000 euro e 4 milioni di euro.
  • Agevolazione: Contributo ministeriale sugli interessi dei finanziamenti concessi da banche e intermediari finanziari aderenti alla convenzione con il Ministero, con possibilità di copertura dell’investimento fino al 100%.
  • Come presentare domanda: Attraverso la piattaforma benistrumentali.dgiai.gov.it, seguendo le linee guida per la compilazione e presentazione della domanda di contributo.
  • Scadenza: Nessuna scadenza specificata, ma soggetta alla disponibilità delle risorse finanziarie.

Per approfondimenti sulla “Nuova Sabatini” e per accedere alle linee guida complete, si può visitare il sito ufficiale del Ministero delle Imprese e del Made in Italy.

Pacchetti integrati di agevolazione (MINIPIA)

Il Bando MiniPIA – Pacchetti Integrati di Agevolazione è un’opportunità significativa offerta dalla Regione Puglia per incentivare investimenti innovativi e sostenibili da parte delle micro e piccole imprese, nonché dei liberi professionisti.

  • Obiettivo: Favorire lo sviluppo di progetti che incorporino innovazione tecnologica, digitale e sostenibilità ambientale.
  • A chi è rivolto: Micro e piccole imprese, anche quelle che diventano medie imprese attraverso partecipazioni, e liberi professionisti con sede in Puglia.
  • Dotazione finanziaria: Un budget di 40 milioni di euro a disposizione.
  • Agevolazione: Contributo a fondo perduto fino al 60% del piano di spesa, per investimenti tra i 30.000 e i 5 milioni di euro.
  • Come presentare domanda: Presentazione online tramite il portale PugliaSemplice dal 29 febbraio 2024.
  • Scadenza: Le domande saranno accolte fino all’esaurimento delle risorse disponibili.

Resto al Sud – Invitalia

Resto al Sud è un’iniziativa promossa da Invitalia che mira a sostenere la creazione e lo sviluppo di imprese nel Mezzogiorno e nelle aree del Centro Italia colpite da eventi sismici, con l’obiettivo di stimolare la crescita economica e l’occupazione in queste regioni.

  • Obiettivo: Promuovere l’imprenditorialità e il rafforzamento del tessuto economico nelle regioni del Sud Italia e nelle aree terremotate del Centro.
  • A chi è rivolto: Giovani imprenditori e professionisti di età compresa tra i 18 e i 55 anni, residenti nelle aree geografiche interessate dal programma.
  • Dotazione finanziaria: Risorse per un totale di 1 miliardo e 250 milioni di euro a supporto dell’iniziativa.
  • Agevolazione: Un contributo a fondo perduto fino al 50% dell’investimento e un finanziamento a tasso zero per coprire la quota residua. Inoltre, è previsto un ulteriore contributo per il capitale circolante fino a 40.000 euro per le società.
  • Come presentare domanda: Attraverso il portale online di Invitalia, utilizzando l’identità digitale per l’accesso e il caricamento della documentazione richiesta, inclusi il business plan e gli allegati pertinenti.
  • Scadenza: Non vi è una scadenza prestabilita; le domande sono accettate in ordine cronologico fino all’esaurimento dei fondi.

Per approfondimenti su Resto al Sud e per avviare la procedura di candidatura, è possibile visitare il sito ufficiale.

CresciSI – Mediocredito Centrale

CresciSI, offerto da Mediocredito Centrale, è un finanziamento online fino a 500.000 € pensato per supportare le startup innovative nelle loro esigenze di liquidità e investimento, con un processo di richiesta completamente digitale.

  • Obiettivo: Fornire alle startup innovative un accesso facilitato al credito per sostenere la loro crescita e i loro piani di investimento.
  • A chi è rivolto: Start-up innovative iscritte nell’apposita sezione del Registro delle Imprese, in conformità all’art. 25 del D.L. 179/2012.
  • Dotazione finanziaria: Possibilità di richiedere finanziamenti da un minimo di 30.000 € fino a un massimo di 500.000 €.
  • Agevolazione: Finanziamento a condizioni di mercato vantaggiose, con apporto minimo di mezzi propri pari al 20% del piano di investimento. Garanzia del Fondo di Garanzia per le PMI richiesta, potendo includere ulteriori garanzie.
  • Come presentare domanda: Registrazione e presentazione della domanda tramite la piattaforma digitale (il portale del credito) di Mediocredito Centrale.
  • Scadenza: Non specificata; la procedura è continuativa fino ad esaurimento fondi o variazioni delle condizioni di offerta.

Per ulteriori dettagli su CresciSI e per iniziare il processo di registrazione e richiesta, visitate il Portale del Credito di Mediocredito Centrale.

Oltre Nuove Imprese a Tasso Zero – Invitalia

Oltre Nuove Imprese a Tasso Zero è un’iniziativa di Invitalia che si pone come obiettivo quello di promuovere l’imprenditorialità giovanile e femminile in Italia, offrendo supporto finanziario per la nascita e lo sviluppo di nuove imprese.

  • Obiettivo: Favorire la creazione e il consolidamento di nuove realtà imprenditoriali, con un focus particolare sui giovani imprenditori e sull’imprenditoria femminile.
  • A chi è rivolto: Micro e piccole imprese esistenti da non più di 60 mesi con una composizione societaria a prevalenza giovanile o femminile, nonché a persone fisiche che aspirano a costituire una nuova impresa.
  • Dotazione finanziaria: Finanziamenti fino a 3 milioni di euro per progetto.
  • Agevolazione: Finanziamento a tasso zero con contributi a fondo perduto che possono coprire fino al 90% delle spese ammissibili.
  • Come presentare domanda: Le domande devono essere inoltrate attraverso la piattaforma online messa a disposizione da Invitalia.
  • Scadenza: La procedura è aperta a sportello, ciò significa che le richieste possono essere inviate in qualsiasi momento fino all’esaurimento dei fondi disponibili.

Per approfondire i dettagli su Oltre Nuove Imprese a Tasso Zero e per avviare la procedura di domanda, visitate il sito di Invitalia alla pagina dedicata: Oltre Nuove Imprese a Tasso Zero – Invitalia.

Bando TecnoNidi

Il Bando TecnoNidi è una misura di finanziamento regionale, promossa dalla Regione Puglia attraverso l’agenzia Puglia Sviluppo, mirata a sostenere la nascita e la crescita di startup innovative e PMI innovative, con un focus particolare su progetti che presentano un elevato contenuto tecnologico e che possono contribuire allo sviluppo economico e occupazionale del territorio pugliese.

  • Obiettivo: Incoraggiare la realizzazione di piani di investimento tecnologici per aumentare la competitività delle imprese e promuovere la creazione di posti di lavoro.
  • A chi è rivolto: Piccole imprese innovative, comprese quelle iscritte al registro delle Start-up innovative o che sostengono costi significativi in ricerca e sviluppo (R&S).
  • Dotazione finanziaria: Fino a 280.000 € per progetto, con un budget totale di 30 milioni di euro.
  • Agevolazione: Combinazione di sovvenzioni e prestiti rimborsabili che coprono l’80% dei costi ammissibili per investimenti e spese operative, fino a un massimo di 200.000 € per gli investimenti e 80.000 € per le spese operative.
  • Come presentare domanda: Le domande devono essere inoltrate utilizzando la piattaforma online Sistema Puglia, dove sarà necessario completare l’applicazione e allegare il business plan e i documenti richiesti.
  • Scadenza: Il bando accetta domande in ordine cronologico fino ad esaurimento dei fondi disponibili. Per ulteriori dettagli sul Bando TecnoNidi e istruzioni su come presentare la tua domanda, visita il sito di SprintX alla pagina dedicata: Bando TecnoNidi – SprintX.

Come ottenere finanziamenti e prestiti per start up?

Ottenere un finanziamento per avviare una start up o una startup innovativa non è un processo immediato e richiede la soddisfazione di determinati requisiti, in particolare quando non si tratta di finanziamenti a fondo perduto ma di finanziamenti che richiedono specifiche garanzie. Questi requisiti non solo garantiscono all’ente creditizio che l’imprenditore sia in grado di restituire il prestito, ma aiutano anche a stabilire la serietà e l’impegno dell’aspirante imprenditore.

Di seguito, i principali requisiti richiesti per ottenere finanziamenti per start up:

  • Età: È essenziale essere maggiorenni, con un’età compresa tra i 18 e i 70 anni. Tuttavia, è importante notare che alcune istituzioni creditizie potrebbero avere limiti di età diversi, offrendo finanziamenti anche a persone di età superiore.
  • Reddito: Gli aspiranti imprenditori devono avere un reddito dimostrabile. Questo serve a mostrare alla banca o all’ente finanziario che si ha la capacità economica di restituire il prestito nel tempo.
  • Residenza: È necessario avere residenza in Italia. Questo garantisce all’istituzione creditizia di avere un punto di riferimento fisso per l’imprenditore.
  • Conto Corrente: Avere un conto corrente bancario attivo di cui si è titolari è fondamentale. Serve come mezzo principale per la transazione del prestito e per monitorare le attività finanziarie dell’aspirante imprenditore.
  • Garanzia: Infine, disporre di una forma di garanzia, proporzionale all’importo richiesto, è cruciale. Può trattarsi di beni immobili, garanzie personali o altre forme che possono fungere da sicurezza per il prestito.

Ogni aspirante imprenditore deve essere ben preparato e fare i compiti a casa quando si tratta di finanziamenti. Conoscere e soddisfare questi requisiti aumenta notevolmente le possibilità di successo. Per questo raccomandiamo di affidarsi alla nostra consulenza finanziaria per startup, un servizio personalizzato sulle esigenze della tua realtà imprenditoriale.

Estrazione dei Talenti della Regione Puglia: Il bando per trasformare la tua idea in startup!

Non perdere l’occasione offerta dal bando Estrazione dei talenti della Regione Puglia, un’iniziativa unica della Regione Puglia in collaborazione con A.R.T.I. Se siete giovani alla ricerca di una spinta per il vostro progetto innovativo, questa può essere la vostra chance. Il programma non fornisce finanziamenti diretti, ma mette a disposizione un percorso di incubazione di alto livello in una delle prestigiose Factory create dall’ARTI totalmente gratuito. Scopri di più visitando il sito ufficiale del bando Estrazione dei Talenti per tutti i dettagli.

founder di una startup presenta i dati al suo team per avanzare una richiesta di finanziamento per la startup

FAQ

Qui troverete risposte alle domande comuni sui vari tipi di finanziamenti per start up, inclusi dettagli sui fondi a fondo perduto e sulle opzioni di prestito senza garanzie. Queste informazioni sono pensate per aiutare gli imprenditori e i fondatori di startup a navigare nel panorama dei finanziamenti.

Come ottenere finanziamenti per una startup?

Per ottenere finanziamenti, una startup deve prima definire chiaramente il suo modello di business e il piano finanziario. È importante ricercare diverse fonti di finanziamento, come venture capital, angel investors, sovvenzioni governative e crowdfunding. La presentazione di un solido business plan e la dimostrazione di un potenziale di crescita sono cruciali per attirare investitori.


🚀 Hai esplorato tutte le opzioni di finanziamento per startup ma non sai quale scegliere? SprintX è qui per aiutarti a fare la scelta giusta! Il nostro percorso di fundraising personalizzato ti guiderà passo dopo passo, dalla definizione degli obiettivi alla presentazione della domanda di finanziamento. Con il supporto dei nostri esperti, potrai creare un business plan vincente e navigare con successo tra i vari bandi disponibili. Prenota ora una call con il team di SprintX e scopri come possiamo trasformare le tue idee in realtà.

Percorso di incubazione

Percorso Fundraising

SprintX mette a disposizione decine di professionisti per aiutarti a raccogliere i fondi per far decollare la tua startup. Scopri il nostro percorso personalizzato di fundraising per startup.

Quale tipo di finanziamenti possono servire a una startup?

Una startup può beneficiare di vari tipi di finanziamenti, tra cui il capitale di rischio (venture capital), gli investimenti dei business angel, i prestiti bancari, le sovvenzioni governative e il crowdfunding. La scelta dipende dalla fase di sviluppo della startup, dalla sua struttura finanziaria e dalla strategia di crescita.

Quali sono i finanziamenti a fondo perduto nel 2024?

I finanziamenti a fondo perduto sono sovvenzioni che non richiedono rimborso. Nel 2024, ci sono diverse opportunità a fondo perduto per le startup, che variano in base al settore, alla regione e ai criteri specifici. Per maggiori dettagli, è possibile consultare l’articolo sui bandi a fondo perduto per start up attivi ,che fornisce informazioni aggiornate e specifiche.

Esistono prestiti senza garanzie per startup?

Sì, esistono prestiti senza garanzie specifici per le startup, sebbene siano meno comuni dei prestiti tradizionali. Questi prestiti sono spesso offerti da istituzioni finanziarie specializzate in piccole imprese o programmi governativi. Tuttavia, di solito richiedono un elevato potenziale di crescita o un modello di business innovativo per l’approvazione.

Articoli correlati

Articoli correlati